Le funzioni dello studio legale del diritto di lavoro di Roma

Gli studi legali, pur occupandosi tutti di diritto, si specializzano in diverse branche e così, come esistono studi che trattano casi penali e altri che seguono principalmente il diritto di famiglia, ve ne sono anche diversi che sono specializzati nel trattare questioni attinenti al diritto del lavoro.

La legislazione italiana prevede una vasta normativa atta a tutelare e regolamentare i rapporti tra lavoratori e datori di lavoro e, qualora si riscontrino delle irregolarità, occorre rivolgersi a esperti del settore per risolvere i problemi che siano insorti.

un avvocatoUno studio legale specializzato in diritto del lavoro di Roma si occupa sostanzialmente delle rivendicazioni che riguardano le retribuzioni, del mancato rispetto della parità dei sessi e della discriminazione nei confronti delle donne o dei cittadini stranieri, ma anche di cause di licenziamento, di lavoro irregolare o che non rispetti i canoni di sicurezza previsti e di lavoro nero.

Per quel che riguarda le retribuzioni, è noto che sono posti in essere, per ogni categoria, i contratti collettivi che vengono siglati dai rappresentanti dei datori di lavoro e dai sindacati e che stabiliscono i minimi salariali.

Nel caso vi siano discordanze tra quanto previsto e quanto viene percepito il dipendente può promuovere una vertenza nei confronti del datore di lavoro, ma ci si può rivolgere a uno studio legale del diritto del lavoro di Roma anche per il mancato pagamento della retribuzione, del lavoro straordinario, di indennità o degli assegni familiari, quando spettanti.

Nei contratti collettivi sono previsti anche l’orario di lavoro settimanale o giornaliero e il numero di giorni di ferie spettanti annualmente e, se tali disposizioni non vengono rispettate, il lavoratore può promuovere una vertenza.

Non è raro che sul posto di lavoro si verifichino poi delle discriminazioni nei confronti delle donne o di cittadini stranieri. Si tratta di casi in cui i dipendenti percepiscono una paga inferiore rispetto alle mansioni da loro svolte, ma non è raro assistere ad abusi soprattutto nei confronti delle donne sia per quel che riguarda il mobbing, il matrimonio e la maternità.

Si può rivolgersi a uno studio legale diritto del lavoro di Roma quando venga posta in essere la pratica delle dimissioni da firmare in bianco che consentono al datore di lavoro di licenziare la dipendente per matrimonio o gravidanza, ma anche per il mancato rispetto delle norme che tutelano la maternità e l’infanzia.

La donna ha diritto di astenersi dal lavoro e di mantenere il suo posto nei due mesi precedenti e nei tre successivi al parto, inoltre qualora faccia richiesta, il suo orario può essere ridotto di due ore giornaliere fino al compimento di un anno di età del bambino.

Sono di competenza di uno studio legale specializzato tutte quelle cause di licenziamento senza preavviso, in mancanza di giusta causa o per motivi disciplinari insussistenti.

Va inoltre ricordato che si può promuovere una vertenza anche quando il licenziamento avviene in periodo di malattia o di infortunio durante i quali si ha diritto a mantenere il posto di lavoro.

In tutti i casi specificati lo studio legale diritto del lavoro di Roma si adopera affinché si possa giungere a un accordo tra datore di lavoro e dipendente e, qualora questo non sopravvenisse, può promuovere una causa presso il giudice del lavoro che giudicherà il contenzioso e rappresentare il lavoratore in tribunale.