Dizionario: il custode del lessico storico italiano

Il dizionario italiano ha lo scopo di descrivere e illustrare in maniera dettagliata il lessico della nostra lingua che viene effettivamente utilizzato, includendo anche precisazioni relative al lessico storico. Nella maggior parte dei casi, i volumi sono di formato piuttosto consistente: tra quelli più noti, si ricordano il Vocabolario della lingua italiana di Treccani, il Grande dizionario italiano di Garzanti, il vocabolario Zingarelli edito dalla Zanichelli (al cui interno sono presenti circa 140mila lemmi), il Sabatini-Coletti (edito da varie case editrici), il dizionario De Mauro edito dalla Paravia (al cui interno sono presenti, oltre a circa 130mila lemmi, 30mila voci polirematiche), il Gradit (cioè il Grande dizionario italiano dell’uso) curato da Tullio De Mauro e il Devoto-Oli. Vocabolario della lingua italiana edito dalla Le Monnier (e curato da Maurizio Trifone e Luca Serianni).

Ma parlare di dizionario italiano vuol dire anche fare riferimento a vocabolari storici, vale a dire a volumi che, nella loro descrizione del lessico, comprendono anche i termini che in realtà non fanno più parte dell’uso comune. Tra gli altri, il rappresentante più noto di questa categoria può essere individuato nel Gdli, cioè il Grande dizionario della lingua italiana curato da Salvatore Battaglia. Vale la pena di menzionare, poi, un dizionario italiano storico molto esteso, la cui progettazione risale all’Ovi, l’Istituto Opera del Vocabolario Italiano che fa capo al Consiglio Nazionale delle Ricerche: si tratta di schedare in maniera completa e dettagliata tutti i testi in volgare italiano che sono stati realizzati prima del 1375, per un totale di circa 50mila voci che possono essere consultate.

Un dizionario italiano, infine, può anche essere dedicato esclusivamente ai sinonimi e ai contrari: in questo ambito, spiccano il Dizionario Garzanti dei sinonimi e dei contrari a cura di Pasquale Stoppelli, il Dizionario dei sinonimi e dei contrari dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, diretto da Raffele Simone, i due volumi del Grande dizionario italiano dei sinonimi e dei contrari di Utet, diretto da Tullio De Mauro, e il Sinonimi e contrari della Zanichelli, a cura di Giuseppe Pittano, oltre al Devoto-Oli dei sinonimi e contrari edito dalla Le Monnier, a cura di Maurizio Trifone.

Curiosamente, continua a essere impiegato come riferimento anche il sempre più che valido Dizionario dei sinonimi realizzato da Niccolò Tommaseo: curiosamente, si è detto, poiché risale addirittura al XIX secolo.