Cos’ è un Team Building?

È sempre più importante potere contare su una squadra affiatata che sappia lavorare all’unisono, ferme restando le singole competenze e responsabilità. Gruppi di dipendenti, in base alle diverse sedi e articolazioni di una determinata realtà produttiva, rendono assai meglio, per l’azienda e per la propria soddisfazione, quando si sentono parte di un team.

Per plasmare una squadra, serve un team building. La sua attività, assai specialistica, è proprio questa.
Ma come fare? Un primo passo consiste nel dare uno sguardo al web e, in particolare, alle pagine degli specialisti in materia. Una materia che si chiama appunto team building e che possiamo conoscere meglio attraverso il sito www.teamworking.it che mostra quali sono i mezzi e le attività che possono essere messe a disposizione di chi vuol contare su una squadra vincente, in ogni ambito del mondo produttivo.

Il sito, ricco d’immagini e di altri elementi multimediali, è di semplice fruizione e riesce a spiegare, con poche e precise parole, come può essere costruito un gruppo, in termini sportivi diremmo uno spogliatoio, di colleghi pronti a lavorare davvero in team, senza chiudersi gli uni agli altri, e a gioire insieme per ogni buon risultato conseguito.

Con la definizione inglese di “team building” s’intende proprio la costruzione del gruppo, attraverso varie attività, in gran parte ludiche, che esulano dal contesto lavorativo e che vengono realizzate da realtà specializzate, con professionisti preparati e collaboratori altrettanto validi nelle diverse attività.

Una digitato l’indirizzo www.teamworking.com possiamo navigare alla scoperta dei metodi più validi, così come delle aziende che già si sono rivolte agli specialisti che ci troviamo di fronte e delle possibilità che ci vengono offerte. In linea generale, possiamo ricondurre l’ampia gamma di attività formative a un concetto: giocare o intraprendere un’attività insieme per divenire un team ben rodato.

Le pagine web sono del resto quelle di un partner di primo piano, sul quale ogni azienda può contare e al quale si sono rivolte alcune delle principali realtà commerciali e produttive, di diverso tipo, spesso assai conosciute e, comunque, impegnate sul mercato globale.

Con teamworking.it è possibile mettere a fuoco e scegliere l’attività che risponde meglio alle necessità e alle caratteristiche di ogni singola azienda, e relativo team di dipendenti, giacché non è semplice capire se è meglio far svolgere ai propri dipendenti un corso di cucina o far loro praticare uno sport o, ancora, un’altra attività ludica e socializzante.

Gli esempi sono molti e il sito, con un pratico menu a tendina, li indica uno per uno, facilitando chi sta navigando alla scoperta delle opzioni messe in campo dal nostro team building: sport (o, meglio, action), cucina, musica, urban (che comprende giochi come la caccia al tesoro o gare d’orientamento in città, per citare due soli esempi), arte.

Un team building, certo, deve essere anche team coaching. Insomma, l’allenatore deve rivelarsi capace di individuare modi e momenti per aumentare le performance di gruppo. Per saperne di più, e meglio, www.teamworking.it è l’indirizzo giusto.