Torino fc: Il colore granata

La storica squadra granata:

Oltre la Juventus, anche il Torino fc nella regione piemontese.

Come avviene per la Lombardia con due grandi squadre come Milan ed Inter, anche nel Piemonte ci sono due grandi realtà calcistiche. Stiamo parlando della Juventus e del Torino fc, quest’ultima nata nel 1906 e dopo aver cambiato varie denominazioni, causa fallimenti e riacquisti della società è riconosciuta ora con il nome sopra citato.

Questa squadra dai colori granata, svolge le sue partite nello stadio Olimpico, anche se antecedentemente i suoi match venivano disputati nello stadio Delle Alpi, palcoscenico diviso a metà con la squadra bianconera della Juventus. Il team granato, svolge i suoi allenamenti nel centro sportivo Sisport, residente nella stessa Torino, nella zona del Lingotto.

Il torino fc dei giorni nostri:

Il suo cammino in campionato e gli uomini leader.

La squadra granata che risponde agli ordini del mister Giampiero Ventura, in questo campionato sta viaggiando a metà classifica, anche se finora sono state disputate solo 12 partite. I suoi 15 punti sono frutto di 4 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte, dove il suo marcatore più prolifico è stato il centrocampista bresciano Daniele Baselli, prelevato a fine campionato scorso dalle file dell’Atalanta. torino-fc-2015

L’ultima giornata disputata, prima della sosta per la nazionale ha visto il team granato perdere nel suo stadio contro l’Inter per 0-1 grazie alla rete del centrocampista Kondogbia.

Il prossimo match che si disputerà invece domenica alle 15, vedrà il Torino fc andare a Bergamo a sfidare l’Atalanta, batterla significherà agguantarla in classifica, visto che la società nerazzurra è a 3 lunghezze dai granata.

La squadra mai dimenticata:

Il Grande Torino e la sciagurata tragedia.

Quando si nomina il Torino, vengono subito in mente i ricordi di quello che fu la rosa degli anni 40, una squadra che con le sue tante vittorie portò a casa 5 scudetti. Ciò fece di questa società motivo d’orgoglio italiano, infatti basti guardare la nazionale di quegli anni per vedere che molti erano giocatori provenienti proprio da quest squadra così vincente.

I tifosi aumentavano e contribuivano a lodare le varie vittorie e trofei che la società portava nella sua bacheca, ma ci fù un epilogo triste che scrisse una pagina nera del calcio. Nel maggio del 1949, il Torino fc, di ritorno da un’amichevole in Portogallo, trovò la morte a Superga, l’aereo andò a schiantarsi contro un muro della basilica di Superga. Alla notizia data successivamente furono in molti a rimanerne sconvolti e messaggi di cordoglio e manifestazioni a favore di questo triste evento si susseguirono.

Trofei e scudetti:

Una bacheca granata di tutto rispetto.

Come decantato finora, la squadra piemontese ha vinto 7 scudetti, di cui 5 negli anni 40, l’ultimo invece risale a quasi 40 anni fa. Ovviamente in questa bacheca sono presenti anche delle coppe, come le 5 Coppa Italia, dove l’ultima gioia risale a circa 20 anni fa, nel 1993.

Qualche piccola soddisfazione poi, c’è stata anche in campo europeo, visto che il Torino è riuscito a vincere nel 1991, la Mitropa cup, battendo in finale un altra italiana, il Pisa. La partita arrivò ai supplementari dopo l’1-1 finale, la decisa il centrocampista italiano Giuseppe Carillo.

Fonte: sport.sky.it/tag/sport/torino_1.html