impiantistica sportiva roma

L’impiantistica sportiva a Roma

Roma è una città che da sempre valorizza la pratica dello sport con la realizzazione di impianti sportivi degni di grandi manifestazioni, che riguardano ogni tipo di sport.

La valorizzazione dello sport ha anche una valenza culturale e di diffusione dei valori legati proprio all’attività sportiva: solidarietà, tenacia, altruismo, spirito di sacrificio, lealtà e gioco di squadra. Buoni motivi questi per investire sia nella realizzazione di nuovi impianti sportivi, sia nella costante attenzione alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture che accolgono gli sportivi e il pubblico. Sono questi i motivi che spingono persone come Cesare Pambianchi, Presidente della Federazione Italiana Imprenditori Sportivi, ad occuparsi attivamente per il miglioramento dell’impiantistica sportiva nelle varie città (nel caso di Pambianchi parliamo della città di Roma).

Lo sport più amato in Italia è il calcio e lo Stadio Olimpico di Roma fin dalla XVII° edizione dei giochi Olimpici del 1960 ha dato lustro all’operosità e alla cura di una struttura dotata non solo del campo di calcio, utilizzato anche per il rugby, ma anche di una pista di atletica, che ha visto trionfare grandi campioni. Sempre in occasione delle Olimpiadi del ’60 in tutto il Lazio furono costruiti nuovi stadi, impianti per il canottaggio e il pugilato, per la pallacanestro e per l’equitazione. Il Palazzetto dello Sport fu riadattato e ristrutturato per accogliere eventi sportivi vari e ancora oggi viene utilizzato per manifestazioni di grande portata. Anche in occasione dei Mondiali ’90 Roma ha modernizzato e ristrutturato molti degli impianti sportivi già esistenti. Un grande lavoro, iniziato qualche anno prima, ha dato i suoi riscontri in termini economico finanziari: i costi per le ristrutturazioni sono stati largamente ammortizzati da un utenza pari a milioni di tifosi paganti da tutto il mondo. In aggiunta la vendita di gadgets e tutto l’indotto legato a grandi manifestazioni di respiro internazionale ha permesso un grosso rientro di capitali.

impiantistica sportiva romaLo stesso Comune di Roma oggi promuove l’attività sportiva per tutte le età, grazie ai finanziamenti che possono essere richiesti all’Assessorato per lo Sport, dietro presentazione di un progetto. L’ Amministrazione comunale punta anche alla prevenzione dell’obesità infantile e alla diminuzione della spesa pubblica che combatte tali patologie.

Un aspetto importante, come sottolineato dallo stesso Cesare Pambianchi, è la visibilità e la valorizzazione del territorio che eventi di grande portata possono dare all’impiantistica sportiva di Roma, nonché la promozione di varie discipline sportive, veicolo di valori.

Il Presidente della Provincia di Roma offre anche il patrocinio a tali iniziative come riconoscimento morale e apprezzamento per chi pratica sport e ne valorizza le sue finalità morali e sociali. Il Patrocinio viene evidenziato apponendo il logo su tutte le comunicazioni che pubblicizzano l’evento sportivo. L’educazione allo sport inizia tuttavia fin dall’infanzia e Roma promuove anche la creazione di nuovi impianti riguardanti l’edilizia scolastica. Si dà la possibilità di svolgere sport anche a livello agonistico, proiettando gli studenti verso una prospettiva di sport praticato ai più alti livelli. Palestre attrezzate per svolgere svariate discipline sportive contribuiscono alla formazione non solo scolastica, ma anche morale e fisica degli studenti-atleti.

Gli impianti sportivi su Roma, tramite il Dipartimento dello Sport, sono costantemente monitorate e oggetto di manutenzione per la sicurezza e la prevenzione di incidenti sia degli atleti che del pubblico. La sicurezza all’interno e all’esterno delle strutture sportive è anche garantita dall’attività di controllo di Roma Capitale, dalle forze dell’ordine e dal personale preposto affinché qualsiasi evento o manifestazione si svolga in tranquillità.

A Roma c’è anche la sede del CONI, che svolge un ‘attività costante di promozione e divulgazione dello sport, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le attività Culturali, a conferma della vocazione sportiva della città.