mercato libero energia 2018

Mercato libero dell’energia 2018: cosa cambia?

A partire dal 2003, i consumatori hanno il diritto di acquistare energia elettrica per uso domestico dal mercato libero dell’energia. Questo significa che ciascuno di noi può scegliere liberamente a quale operatore rivolgersi, senza vincoli dovuti all’area geografica di appartenenza. Ma cosa vuol dire mercato libero energia 2018? Passare al mercato libero energia 2018 significa dunque poter scegliere quale fornitore di energia elettrica desideriamo avere senza l’obbligo di restare nel mercato tutelato.  Nel mercato libero energia 2018, esiste un regime di concorrenza tra gli operatori regolato da obblighi a tutela del consumatore che potrà quindi scegliere tra una pluralità di fornitori.  A differenza di quello tutelato, il mercato libero non impone un prezzo fisso e delle condizioni sempre uguali, ma permette ai consumatori di scegliere la tariffa migliore e proporre offerte e promozioni diverse pensate sulle reali esigenze dei clienti.  Al giorno d’oggi non sono ancora tante le famiglie italiane ad essere passate al mercato libero energia 2018 ma, a partire dal 1 luglio 2019, sarà obbligatorio per tutti il passaggio a tale mercato. L’attuale meccanismo protetto del mercato tutelato sarà quindi “disattivato”, in nome della libera concorrenza e in applicazione delle direttive europee.

 

Cosa prevede il passaggio al mercato libero energia 2018

Ad esclusione di eventuali costi legati alla sottoscrizione del nuovo contratto, il passaggio al mercato libero 2018 non prevede costi aggiuntivi. Quindi il passaggio da un mercato all’altro può avvenire in ogni momento, verificando eventuali costi contrattuali. Tutti coloro che decidono di passare già adesso al mercato libero energia 2018, sono comunque tutelati dal Codice di condotta commerciale emanato dall’ARERA. Il Codice è caratterizzato da un insieme di regole di trasparenza e correttezza che, insieme alle pre-esistenti norme in tema di qualità e continuità del servizio offerto, consentono al consumatore di compiere una scelta sicura tra quelle offerte nel mercato libero e di maggior tutela. La paura che turba gli italiani è un possibile rincaro dei prezzi a seguito dell’avvento del mercato libero energia 2018. In realtà si prevede che la concorrenza difficilmente porterà ad un aumento del costo al kW, anzi, che a lungo andare il costo dell’energia e di conseguenza l’importo della bolletta che dobbiamo pagare mensilmente sia destinato a scendere, proprio in virtù di questo cambio.