faccette dentali usate dai vip

Dopo Hollywood… il mondo! Faccette dentali alla riscossa!

Inventate in America per migliorare il sorrido dei divi di Hollywood, le faccette dentali sono restauri estetici applicati dall’odontoiatra sulla superficie esterna del dente, per riempirne gli spazi contigui o limarne i difetti. Tali protesi hanno quindi valenza prettamente estetica, e servono quindi a migliorare il sorriso di coloro che ne fanno utilizzo.

I materiali con cui vengono costruite sono la ceramica o la porcellana, che vengono appiattite fino ad ottenere delle sottilissime lamine. A questo punto viene effettuato il processo della mordenzatura (viene trattato lo smalto con acido ortofosforico per renderlo poroso e successivamente viene applicato un adesivo dentale) per far aderire le faccette dentali allo smalto.

Benché tali protesi dentali abbiano valenza ed utilizzo prettamente estetici, talvolta possono essere utilizzare anche per correggere difetti della masticazione dovuti a denti non perfettamente allineati, che possono essere corretti grazie all’applicazione di una faccetta dentale. Il dentista può consigliare l’applicazione di queste protesi nei seguenti casi: denti usurati, denti resistenti alle tecniche di sbiancamento, alterazioni morfologiche dei denti (denti conoidi o corti), denti separati da diastema (un solco interdentale evidente) senza ricorrere all’utilizzo di apparecchi, corone finte o protesi.

L’utilizzo di tali protesi è inoltre consigliato anche per ridimensionare un dente scheggiato o per coprire eventuali imperfezioni cromatiche del dente dovute a farmaci o a imperfezioni intrinseche. Le faccette dentali variano per dimensioni (che devono coincidere perfettamente con il dente) e per spessore (che varia dai 0,3 ai 0,7 millimetri).

Le faccette dentali non sono indicate per tutti i pazienti, in quanto alcuni comportamenti e alcune patologie potrebbero comprometterne il risultato funzionale ed estetico. Ad esempio i soggetti affetti da bruxismo (il digrignamento dei denti dovuto alla contrazione della muscolatura masticatoria) sono controindicati per la loro applicazione.

Altri casi in cui l’utilizzo della faccetta è controindicato sono le carenze di smalto ed i denti con struttura coronale poco estesa (nel caso di gravi fratture dentali la struttura rimanente potrebbe non essere in grado di sostenere la protesi).

Oltre a migliorare il sorriso a breve termine, le faccette dentali assicurano un miglioramento estetico nel lungo periodo, nel pieno rispetto dei tessuti del parodonto.

Rappresentano quindi una soluzione duratura ed efficace per il trattamento delle alterazione della normale funzionalità e della normale estetica dei denti.