Twin peaks: il ritorno della serie più amata della tv

C’è chi non lo ricorda, chi non l’ha mai visto, chi lo ricorda con nostalgia. Twin Peaks resta uno dei fenomeni più chiacchierati nel mondo della televisione, da 25 anni a questa parte.
Recentemente il canale televisivo statunitense Showtime ha dato il tanto atteso annuncio della produzione di una nuova stagione della famosa serie. I fan, però, dovranno attendere ancora fino al 2016.

A dirigere il sequel di Twin Peaks sarà ancora una volta l’eclettico regista americano, David Lynch, regista di importanti film della storia del cinema, come “The Elephant Man”e “Mulholland Drive”.

Che cosa e’ stato twin peaks.

La tormentata storia dell’agente Cooper.

Era il lontano 1990 quando Twin Peaks andò in onda per la prima volta lasciando intuire, sin dal primo episodio, che si trattava di una storia particolarmente intrigante.

Il primo piano del cadavere di Laura Palmer, avvolto in un sacco di plastica, è rimasto impresso nella mente di molte persone, che furono toccate enormemente da un’immagine così terrificante e particolarmente realistica.Twin-Peaks

La serie fu ideata dal produttore Mark Frost e dallo stesso David Lynch, che produsse 30 episodi suddivisi in due stagioni. La storia di Twin Peaks è incentrata sulla morte di Laura Palmer, una giovane ragazza che vive in un piccolo e misterioso paese dello stato di Washington, chiamato Twin Peaks per via di due montagne gemelle che incombono sulla cittadina. Le complicate indagini sull’omicidio sono condotte dall’agende dell’FBI Dale Cooper, interpretato dall’attore Kyle MacLachlan, e si estendono a macchia d’olio su tutti gli abitanti del paese.

Il successo e il declino di twin peaks.

Le incomprensioni durante la seconda stagione.

La prima puntata di Twin Peaks fu vista negli Stati Uniti da 34 milioni di persone.
Il numero di spettatori diminuì gradualmente fino alla metà della seconda stagione, quando fu rivelato il nome dell’assassino di Laura Palmer. Questa scelta non fu assolutamente condivisa da David Lynch che, per un periodo, abbandonò anche il progetto a causa di queste incomprensioni con la produzione. La serie perse circa 4 milioni di spettatori e fu sospesa dal canale che la trasmetteva abitualmente, l’ABC.

Fu proprio una campagna promossa da alcuni spettatori a indurre il canale a mandare in onda le restanti 6 puntate. Nonostante questo parziale declino, Twin Peaks rimase una serie memorabile nella storia della televisione americana.

Perche’ twin peaks è famoso.

Gli elementi caratteristici della serie.

L’approfondimento psicologico dei personaggi è il punto di forza di questa starordinaria serie. David Lynch, regista famoso per il suo sguardo introspettivo orientato verso la dimensione onirica, ha saputo costruire personaggi che sono rimasti scolpiti nella memoria di molti spettatori.
La struttura narrativa di Twin Peaks, così magistralmente intrecciata in una serie di eventi e tormenti psicologici, ha influito moltissimo sul modus operandi di altri registi, inaugurando un nuovo stile di narrazione televisiva.

In particolare molte altre serie hanno ripreso la costruzione di una trama complessiva e di una trama interna parallela che si sviluppa in ogni episodio, puntando sull’indagine psicologica di ogni singolo personaggio e aprendo più livelli di lettura.

L’accuratezza della fotografia, del montaggio e la straordinaria colonna sonora (composta da Angelo Badalamenti con un motivo che si sviluppa su 4 note) sono gli altri fattori decisivi che hanno permesso la scalata al successo di Twin Peaks.

Ora non resta che aspettare la terza stagione, sulla quale è stato rivelato ancora molto poco, creando un alone di mistero e di suspense degno dell’atmosfera di Twin Peaks.