Consigli sulla scelta di pavimenti per piscine

Installare una piscina nel giardino, è molto importante saper scegliere il tipo di pavimentazione da posare intorno alla medesima, il rivestimento deve integrarsi con l’ambiente circostante e nel contempo esaltare la bellezza della vasca.

Installazione di pavimenti per piscine

Oltre all’estetica bisogna anche valutare la funzionalità del pavimento per piscine che si viene a installare, deve possedere una elevata resistenza alle intemperie, al calpestio, agli agenti chimici dei prodotti utilizzati per la disinfettazione dell’acqua, deve essere antiscivolo, non riflettenti e non devono assorbire molto calore per evitare scottature ai piedi.

Pavimenti per piscine: caratteristiche

Le caratteristiche dei pavimenti per piscine, sono i parametri fisici e strutturali in loro possesso, che garantiscono una certa sicurezza, soprattutto il possesso della non scivolosità, un pericolo sempre in agguato quando si ha un pavimento bagnato sotto i piedi.

Altra caratteristica è la resistenza alle intemperie, visto che la gran parte delle piscine sono all’esterno delle proprie abitazioni.

pavimenti-per-piscine

Pavimenti in pietre naturali

Parlare di pietre naturali si intende tutti quei materiali come graniti, bosoli, marmi, rocce calcaree e materiali rocciosi.

Ma non tutti questi materiali possono essere usati come pavimenti di piscine, alcuni di essi sono troppo teneri, altri troppo lisci e non adatti alla lavorazione per renderli antiscivolo.

Queste pietre naturali, sono adatte alla pavimentazione di piscine che si trovano in un giardino, visto il perfetto legame che l’unisce con l’erba e con l’acqua, donano un aspetto del tutto naturale simile di un laghetto circondato dal verde dell’erba.

 

Pavimenti per piscine in klinker

Il klinker e’ uno dei materiali più belli ed eleganti da utilizzare nella posa di pavimenti per piscine.

Viene creato miscelando acqua e argille pregiate, ricche di quarzo e alluminia, (provenienti dai grandi giacimenti Germanici), il klinker è uno dei prodotti ceramici più solidi e resistenti esistenti sul mercato, viene cotto per 34 ore, in forni a temperature di 1250 °C, al limite della trasformazione in vetro, questo trattamento rende il materiale molto resistente e refrattario all’assorbimento di acqua.

Viene prodotto in tre diversi tipi di finitura superficiale: grezzo, semilucido e smaltato.

 

Pavimenti in gres porcellanato da esterno

Il gres porcellanato da esterno si distingue nel campo dei pavimenti per piscine per la sua bellezza e per la sua varieta’ di colori, la posa viene preferita in piscine senza giardino, in aree piastrellate in cui riesce a risaltare la propria bellezza.

Prodotto in tante tonalità di colore e forme di varie dimensioni, il gres per esterno possiede tutte le caratteristiche richieste ad un pavimento a contatto continuo con acqua, esposto alle intemperie e a contatto con prodotti chimici.

 

Pavimenti per piscine in travertino

 

Il travertino è una roccia calcarea di tipo chimico, molto compatto e con sfumature di colori diversi che si formano con le stratificazioni calcaree e l’intrusione di ossidi, è dotato di basso assortimento, molto resistente ed è ingelivo.

In commercio si può trovare in varie colorazioni e sfumature che ne esaltono la bellezza.

L’utilizzo del travertino come pavimento per piscina è sicuramente consigliato.

L’uso del marmo travertino lo troviamo in molte fontane di Roma, (vedi la Fontana di Trevi).

 

Pavimenti per piscine in legno

I pavimenti per piscine in legno sono realizzati in massello, una delle specie di legno più dure e resistenti, che non temono le intemperie e non si usurano nel tempo, vengono prodotti con in’altezza di 21 mm che gli permette di essere in grado di sopportare carichi senza deformarsi, gli spigoli sono arrotondati per proteggere il calpestio anche a piedi nudi.

Il legno per natura è resistente all’attacco di muffe, batteri e intemperie, questi listelli, per maggior protezione, prima della posa, vengono protetti con oilo idrorepellente per renderli completamente refrattari all’assorbimento di acqua.